VALENTINA PETRI LUNEDI’ 28 SETTEMBRE ORE 18.30 ONLINE

presenta il suo bestseller “Portami il diario” (Rizzoli – 2020) alla nostra community, l’evento è gratuito ma con disponibilità di posti limitata

ISCRIVITI QUI PER PARTECIPARE GRATUITAMENTE

Ai partecipanti sarà rilasciato un attestato riconosciuto dal MIUR per la formazione dei docenti (no CFU). L’attestato verrà inviato via email entro 30 giorni lavorativi dalla data di svolgimento del corso. Per ricevere l’attestato sarà necessario compilare un questionario sulle tematiche del corso che verrà inviato successivamente. Per chi non potrà partecipare sarà DISPONIBILE LA REGISTRAZIONE.
NB Sono ammessi alla lezione/corso anche i non insegnanti, ma sarà data la priorità a questi visti i posti limitati disponibili

CODICI DELL’INIZIATIVA FORMATIVA SULLA PIATTAFORMA SOFIA – MIUR

Identificativo: 49133 – ID: 72037

Corso formazione con attestato riconosciuto dal MIUR per la formazione docenti

È appena iniziato l’anno scolastico più strano che potevamo immaginare e Valentina Petri continua la stagione degli eventi speciali e gratuiti riservati agli iscritti alla nostra newsletter.

Valentina è un’insegnante capace di trasformare esperienze anche difficili in episodi di un’umanità che attraversa le nostre aule anche in questi giorni così complicati. Il suo libro “Portami il diario. Il mio indimenticabile anno da prof” è diventato un caso letterario che esploreremo con un webinar ad alta interattività proprio con l’autrice.
Il primo giorno di scuola la supplente, “quella nuova”, fa già fatica a trovare la classe che le è stata assegnata, perché la numerazione delle aule, quando c’è, è messa a casaccio. Finalmente arriva, entra, e naturalmente non se la fila nessuno. Parlare di programmi, libri di testo e simili è chiaramente inutile. Meglio mettersi in “modalità damigella in pericolo” e chiedere agli studenti info sulla scuola, sulle materie, sui colleghi. È fatta: non si fermano più. Il problema della scuola, dice la supplente, è che ci ostiniamo a chiedere ai ragazzi le cose che non sanno, invece di quelle che sanno. Inizia così il romanzo – in gran parte autobiografico – di Valentina Petri, docente di italiano in un istituto professionale, molto attiva su Facebook dove ha una pagina che porta il titolo del libro.

DICONO I LETTORI

“Mi ha fatto ridere di gusto, commuovere, sognare, mi ha appassionato, conquistato sotto tutti i punti di vista e mi ha fatto ripensare con nostalgia al mio passato scolastico, cosa che non avrei mai pensato possibile.”

“Bellissimo, scritto in modo arguto, pieno di citazioni letterarie più o meno nascoste, mi è piaciuto soprattutto perché è tutto vero. E lo dico da dentro la scuola.”

“Si ride ci si commuove e si pensa leggero e profondo. Ironico e coinvolgente. Un bel libro che apre uno spaccato sulla scuola, su chi insegna e sulla passione e l’impegno.”

“Letteralmente divorato in due mezzi pomeriggi, scorre via che è un piacere. divertente, arguto, in una parola delizioso. una vera, piccola perla.”

Un regalo per gli iscritti alla newsletter di eliminare il caos in classe

Scarica la GUIDA per tornare a scuola in serenità e sicurezza.

Guida alla ripartenza dell'anno scolastico